Home » Cultura » EVENTO ERICH FROMM: LA DONNA NELLA STORIA

EVENTO ERICH FROMM: LA DONNA NELLA STORIA

SAFFO
EVENTO ERICH FROMM: LA DONNA NELLA STORIA - IL CORRIERE BLU

AL CIRCOLO NAUTICO POSILLIPO DI NAPOLI, IL CENTRO STUDI ERICH FROMM, MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2016, HA PRESENTATO UNA SERIE DI PERSONAGGI AL FEMMINILE  CHE HANNO, TRA TANTI, CARATTERIZZATO I PERIODI STORICI PIU' SIGNIFICATIVI.

**Public**


LA DONNA NELLA STORIA: IL DIBATTITO DEL CENTRO STUDI ERICH FROMM AL CIRCOLO NAUTICO POSILLIPO.
Se taluni divagano sul concetto ‘quando si dice donna si dice danno ‘ o ‘ la donna è il completamento dell’uomo’; nella sala ‘Le vele’ del  Circolo Nautico Posillipo, Mercoledi 18 Maggio si è preferito ripercorrere le strade al femminile della storia, per riscontrare non solo un ruolo mai secondario, o decentrato all’interno di un nucleo affettivo, quanto il segno determinante che la donna ha impresso al divenire, slegandosi dai nodi della sottomissione e legandosi all’autodeterminazione delle proprie scelte. In collaborazione con l’elegante location posillipina, il Centro Studi Erich Fromm del Presidente Silvana Lautieri, ha organizzato il dibattito ‘La donna nella storia’ , previo l’introduzione e la moderazione di Giuseppe Boccarello, e la conduzione di Renato Sinno, entro la quale si sono alternate anche le letture  di Marilù della Paolera, di Teresa Augusta Rossi e Gabriella Volpe di Brignano. 
Il Consigliere alla Cultura del Circolo , Filippo Smaldone, ha veicolato il saluto del Presidente Bruno Caiazzo, ringraziando Renato Sinno e Silvana Lautieri, ‘Punta di diamante della cultura , per il Posillipo, come modo di interpretare le cose ‘, e Silvana ha introdotto il dibattito, sottolineando che  la donna ha sempre offerto il proprio genio per il progresso dell’umanita'; aggiungendo la frase di Dacia Maraini “Intelligenza e capacità  non hanno sesso “, nonché un fuori programma con i versi significativi della poetessa Antonia Storace; in cui frasi come “Ci sono le donne, e poi le donne donne...Devi spazzare via le paure che ti sapranno confidare...Amale indifese senza trucco...Sapranno amare te come nessuno prima di loro“. 
In realtà il ruolo della donna non è mai stato secondario, almeno sulla base dei fatti; strumento di una natura dominante che in ogni avvenimento storico l’ha posta al centro della scena: da principessa e madre; da cancelliere o manager, il percorso non è stato indubbiamente facile, ma è anche vero che la donna si è addomesticata alla storia, meglio di quanto abbia fatto l’uomo, che ha vissuto i cambiamenti senza una precisa coscienza delle proprie dimensioni . 
Giuseppe Boccariello infatti, ha sottolineato come la storia sia piena di donne che l'hanno costruita, seppur occorre soffermarsi sull’emancipazione della donne , che non è mai stata una funzione analitica lineare, e talvolta ha sofferto anche il regresso. Se nel  medioevo la donna è arrivata anche ad essere ‘imprenditrice’, il rinascimento ha arrestato il processo conducendola a ritmi blandi, o sottesi ad un certo senso di colpevolezza, perché il ruolo assunto in ambito medico come ‘sapiente guaritrice’, prestò il fianco alle accuse di essere ‘signora della vita e della morte’, divenendo in brevi passi una strega. Da qui la persecuzione e la condizione di sudditanza che ne provenne. Se la cultura acquisita dalla donna allontanava il consorte che la guardava con sospetto, il discorso sul diritto di voto,  fu legato all’opportunità del momento e quindi mai un riconoscimento profondo di un diritto. Lo stato unitario laico, temeva che dando il voto alle donne si poteva avere una revenge cattolica, mentre l’editto del ‘45 fu anche esso una convenienza di parte: l’andirivieni di pensiero ha reso non lineare l’oggettività della crescita del ruolo femminile. 
Renato Sinno, con grande carica e veemenza, ha introdotto come esempio il primo archetipo umano espressione di una bellezza rappresentativa: Saffo. Da vari frammenti, si è  potuto ricostruire la vita di una persona eccezionale che Platone definì ‘bella’ e che passò alla storia come lesbica, anche se gli antichi davano poca importanza alla cosa, preferendo la sommità lessicale del suo discernere: “ Mi schiero  dalla sua parte, perché Platone la definiva 'donna dalle lunghe chiome viola' sancendo l'eccezionalità' e non la diversità di un fenomeno, che era del tutto naturale, e che per la sua singolarità era espressione di bellezza”: dalle parole di Sinno ai versi di Saffo il percorso è stato breve, perché Teresa Augusta Rossi ha letto , prima in greco e poi in italiano, alcuni versi in ’sillabo saffico’ o ‘saffico minore’, per dimostrare quale musicalità ed eleganza vi fosse contenuta. Un’ode vista  come espressione di pura gelosia da alcuni, o  come espressione di amore verso l'amata, da altri. 
La seconda donna introdotta da Renato Sinno è stata  Eleonora Pimentel Fonseca, nata a Roma nel 1752 e deceduta a Napoli il 20 Agosto 1799. Figlia di nobili Portoghesi e nipote di un reverendo, era stata indubbiamente dedicata al contatto con personaggi elevati, ma quando a 12 anni si trasferì a Napoli, oltre alla società monarchica che contava, impattò uomini di tutt’altro discernere, come Gaetano  Filangieri e altri personaggi che faranno parte alla famosa rivoluzione che condusse alla Repubblica partenopea. Quindi alla iniziale adesione per dover di cose, alla fede monarchica, si avvicendò il cambio a 360 gradi , operato dalle persone come Domenico Cirillo , e alla fine fu perseguitata, fino ad essere rinchiusa nelle prigioni della Vicaria, assieme al parroco di Castellammare. Fu rifiutata persino la sua richiesta di essere decapitata, preferendola alla tortura dello strangolamento, e le sue parole finali restano scolpite nella coscienza dei suoi aguzzini: “ Mi auguro che un giorno qualcuno si ricorderà di questo  evento”; dopo lo strangolamento venne  sepolta nella chiesa di Santa Maria di Costantinopoli vicino a Piazza Mercato, quella successivamente distrutta: dove siano i suoi resti non si sa, e qualcuno parla del Cimitero delle Fontanelle. Alla disquisizione è seguita la lettura di due differenti passi da parte di Giuseppe Boccarello e Gabriella Volpe di Brignano, appartenuti ai differenti periodi della sua aderenza politica. 
Altra donna dipinta nell’enclave culturale da Renato Sinno, è stata Anita Garibaldi,  che morì  alla tenera età  di 27 anni, e ciò detta la dimensione del suo divenire, per intensità e coraggio; un personaggio sui generis di cui, lo stesso Giuseppe Garibaldi senti'  il rimorso di essersene innamorato:  passeggiando per le strade di Montevideo, vide Anita piangere perché  ventiduenne assistiva al marito morente, e il rimorso proveniva dall’averla sottratta troppo presto al marito. Una eroina , perché  successivamente segui il marito in tutte le sue azioni e percorsi, per poi perire in Italia nella palude di Comacchio. Gabriella Volpe di Brignano ha letto alcuni brani tratti dalle memorie, come l’incredibile incontro dell’eroe dei due mondi con la donna. 
Il penultimo personaggio della passerella femminile per gli allori della storia, è stata  Eleonora Duse;  attrice e soprattutto amante e giusto per spezzare la rigidità di un alto convivio, una voce levata dal pubblico, di donna naturalmente, ha proferito a questo punto “E lei cosa ne sa?”, seguita dall’opportuno riso, ma ciò ha fatto intendere quanto ce ne fosse bisogno, che in realtà esisteranno sempre due modi diversi di raccontare la donna, una da parte maschile e l’altra al femminile, ma il comun sentire che la possa dipingere in tutta la sua ecletticità e valenza, all’interno della società non è ancora un punto saldato. Alla fine Marilù della Paolera ha letto alcune lettere scambiate tra Eleonora e Arrigo Boito, e ancora con Gabriele D’Annunzio. 
Renato Sinno ha concluso con Claretta Petacci, sottolineando il suo profondo affetto per una donna che seppur legata ad un personaggio critico della storia, risulta ‘bella’ senza dubbi e incertezze, se non altro perché ‘ha amato’ e l’ha saputo fare anche con la femminilità che sa introdursi nei momenti difficili della storia, anche passando per i sottofondi della politica, ma sempre spinta dall’energia propulsiva inesauribile, che si chiama amore. La lettura dell’epistola di Claretta a Benito Mussolini, ne ha evidenziato l’oggettività. Così Renato Sinno ha ricordato la fucilazione dei due, e il fatto che un medaglione al collo della donna, successivamente rivoltato, conteneva la promessa dell’eterno amore. Il monito plurimo che in tale occasione l’oratore ha voluto ricordare e che deve essere colto come monito conclusivo è : “La verità  può essere incastrata in un mondo che non è  pulito ma va sempre detta “; e le parole di tante donne se non l’hanno fatto, è stato perché non lo potevano più fare, ma l’eternità dell’animo femminile esiste, e al Circolo Posillipo se n’è data ampia prova. 

BRUNO RUSSO 
commenti (0)

Eventi Culturali e tv

Eventi Culturali e tv - IL CORRIERE BLU

CRONACA PARLAMENTARE È ATTUALITA' 24 ORE SU 24

Eventi Culturali e tv - IL CORRIERE BLU

Eventi di cultura e spettacolo.

Eventi Culturali e tv - IL CORRIERE BLU

Filmati storici.

Eventi Culturali e tv - IL CORRIERE BLU

Il ricordo di un artista.

Eventi Culturali e tv - IL CORRIERE BLU

Ascolti in teatro

Musica

Musica - IL CORRIERE BLU

Rokgarage per la musica.

SOCIETA' E COSTUME

SOCIETA' E COSTUME - IL CORRIERE BLU

night

Il futuro richiede chiarezza: entra in Parlamento

Il futuro richiede chiarezza: entra in Parlamento - IL CORRIERE BLU

Il parlamento Italiano.

Il futuro richiede chiarezza: entra in Parlamento - IL CORRIERE BLU

Cultura del congresso e della politica USA.

IL CORRIERE BLU

ENTRA NEL CORRIERE BLU INTERNAZIONALE

IL CORRIERE BLU

L'EDITORIALE DI IMPRESE E MERCATI: VITA CONSOLARE

IL CORRIERE BLU

IL DENARO/IL SOLE 24 ORE/IL CORRIERE BLU

IL CORRIERE BLU

L'APPROFONDIMENTO: IL CONSOLE USA COLOMBIA BARROSSE DAL ROTARY CLUB Gennaio 2015

IL CORRIERE BLU

LA RADIO DEL CORRIERE BLU

IL CORRIERE BLU

LA TV DEL CORRIERE BLU

IL CORRIERE BLU

PRENOTA FACILE IL TUO HOTEL

L'angolo della storia

L'angolo della storia - IL CORRIERE BLU

La storia.

L'angolo della storia - IL CORRIERE BLU

Il personaggio che ci piace perchè coniuga musica, cultura e tradizione.

L'angolo della storia - IL CORRIERE BLU

Fu una grande notizia.

Le rubriche

Le rubriche - IL CORRIERE BLU

Le rubriche del Corriere Blu.

Le rubriche - IL CORRIERE BLU

Laboratorio di Aerospazio.

Le rubriche - IL CORRIERE BLU

Il video -Gli interni del 787 aereo innovativo .

SCIENZE

SCIENZE - IL CORRIERE BLU

Notizie di Scienza (a cura di Galileo )

SCIENZE - IL CORRIERE BLU

La prevedibilità dei terremoti.

SCIENZE - IL CORRIERE BLU

Astronomia e osservazione.

SCIENZE - IL CORRIERE BLU

La chimica della materia.

SCIENZE - IL CORRIERE BLU

L'ampolla blu: le nuove sostanze.

Libri on line

Libri on line - IL CORRIERE BLU

......come leggere senza annoiarsi.......

Libri on line - IL CORRIERE BLU

Libri on line - IL CORRIERE BLU

Libri on line - IL CORRIERE BLU

dI Tutto MISTERI l'avvincente settimanale nazionale di Massimo Maffei

Libri on line - IL CORRIERE BLU

Libri on line - IL CORRIERE BLU

WEATHER REPORT

WEATHER REPORT - IL CORRIERE BLU

Le previsioni metereologiche in real time per l'Italia .

WEATHER REPORT - IL CORRIERE BLU

Le previsioni metereologiche in real time per il resto del mondo..

laprimapagina della settimana

laprimapagina della settimana - IL CORRIERE BLU

Ricerca tra i quotidiani della I pagina da commentare

dagli altri quotidiani : IL DENARO

VITA CONSOLARE

LA LEGGE

LA LEGGE - IL CORRIERE BLU

Il codice civile

LA LEGGE - IL CORRIERE BLU

Il codice penale

L'angolo nel blu

L'angolo nel blu - IL CORRIERE BLU

Uno spruzzo di narrativa.

L'angolo nel blu - IL CORRIERE BLU

Uno spruzzo di poesia: Edmondo de Amicis

ECONOMIA

ECONOMIA - IL CORRIERE BLU

da Milano

ECONOMIA - IL CORRIERE BLU

da New York

ECONOMIA - IL CORRIERE BLU

da Parigi

ECONOMIA - IL CORRIERE BLU

da Tokio

RSS & monitoraggi

RSS & monitoraggi - IL CORRIERE BLU

BLUE MODE

BLUE MODE - IL CORRIERE BLU

il mensile

il mensile - IL CORRIERE BLU

L'ARTE COME VALORE

il mensile - IL CORRIERE BLU

MEGAART APPUNTAMENTI CON L'ARTE

il mensile - IL CORRIERE BLU

ARSKEY APPUNTAMENTI CON L'ARTE

SPORT

SPORT - IL CORRIERE BLU

Lo sport ( a cura della Gazzetta dello Sport )

SPORT - IL CORRIERE BLU

Lo sport la storia ( Il Circolo Nautico Posillipo )

La radio

La radio - IL CORRIERE BLU

La radio d'epoca ( dalla vecchia alla nuova BBC )

La radio - IL CORRIERE BLU

La radio RDC BLU

La radio - IL CORRIERE BLU

La radio on line RDM ( a cura di Marianna Ianni )

La radio - IL CORRIERE BLU

Radio Capri

BLUE BLOG

BLUE BLOG - IL CORRIERE BLU

Un simpatico modo per lasciare dei commenti.

RASSEGNA STAMPA

RASSEGNA STAMPA - IL CORRIERE BLU

Rassegna stampa ( a cura del Ministero dell''interno )

Proposte tecnologiche per l'ambiente

Proposte tecnologiche per l'ambiente - IL CORRIERE BLU

L'ambiente.

Proposte tecnologiche per l'ambiente - IL CORRIERE BLU

Soluzioni per il fotovoltaico.

TRAVEL

TRAVEL - IL CORRIERE BLU

Last minute.

TRAVEL - IL CORRIERE BLU

Navi ( a cura della Tirrenia )

TRAVEL - IL CORRIERE BLU

Aerei ( a cura di Alitalia )

TRAVEL - IL CORRIERE BLU

Treni ( a cura di Trenitalia )

Il minuto precedente

Il minuto precedente - IL CORRIERE BLU

Accadde a Novembre.

Repubblica.it

NYTimes.com

Liquida.it

Corriere.it

IlSole24Ore.it

Gazzetta.it

IL CORRIERE BLU

ESSERE

ESSERE - IL CORRIERE BLU

IL PERIODICO DEL CENTRO STUDI FILOSOFICI ERICH FROMM

ESSERE - IL CORRIERE BLU

IL DOLORE NON È PROPULSIONE ALLA VITA

ESSERE - IL CORRIERE BLU

LA NATURA E' IL FLUIDO IN CUI RESTA IMMERSO IL NOSTRO SPIRITO